Telefono: 0712907406|info@finmarche.it

Riapertura degli impianti, i gestori marchigiani chiedono chiarezza

///Riapertura degli impianti, i gestori marchigiani chiedono chiarezza

Riapertura degli impianti, i gestori marchigiani chiedono chiarezza

Il presidente della Federnuoto delle Marche, Fausto Aitelli, s’è confrontato stamattina con gran parte dei gestori degli impianti natatori marchigiani, insieme a Fabio Sturani, a capo della segreteria del presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, e a Giovanni Pozzari, responsabile dell’ufficio sport della stessa Regione. Un lungo confronto in videoconferenza da cui sono emerse tutte le criticità e le problematiche che stanno affrontando e dovranno affrontare le piscine marchigiane. A livello nazionale, infatti, a tutt’oggi le norme prevedono solo la ripresa degli allenamenti per gli atleti di interesse nazionale, dal prossimo 4 maggio, una ripresa che interessa pochissimi impianti natatori, quasi solo centri federali. Per il resto non esiste ancora nessuna data certa di riapertura delle piscine, né nessuna disposizione o indicazione in merito, se si escludono le linee guida emanate dalla Federazione Italiana Nuoto, che però non si sostituisce al Governo. L’imminente avvio della cosiddetta Fase 2 dell’emergenza Covid-19 spinge da un lato tanti nuotatori marchigiani a voler rientrare al più presto in vasca, dall’altro i gestori degli impianti esprimono la volontà di riaprire, ma a fronte di norme che forniscano loro certezze in merito alle date e alle modalità tecniche e sanitarie da rispettare e da far rispettare. Un’incertezza che incide anche sull’eventuale calendarizzazione delle manifestazioni sportive della stagione in corso, che comunque non potranno prescindere dall’andamento del contagio. Una fase di stallo – sembra essere questo il pensiero comune – che non può perdurare a lungo, lasciando atleti, società sportive e gestori senza certezze, anche sotto l’aspetto economico.

2020-04-30T19:19:29+00:00 30 aprile 20|News generiche|