Telefono: 0712907406|info@finmarche.it

L’assemblea ordinaria approva il bilancio consuntivo 2018

///L’assemblea ordinaria approva il bilancio consuntivo 2018

L’assemblea ordinaria approva il bilancio consuntivo 2018

S’è svolta lo scorso 7 maggio l’assemblea ordinaria 2019 delle società delle Marche affiliate alla Federnuoto, con relazioni sul rendiconto economico dell’anno 2018 e sull’attività del comitato regionale, presenti i rappresentanti di sei società, di cui due per delega, sulle 49 della regione. Il bilancio consuntivo del 2018 s’è chiuso in sostanziale pareggio, grazie anche alla proficua collaborazione con il Gruppo Ufficiali Gara, i gestori degli impianti interessati e tutte le società coinvolte nell’organizzazione degli eventi, come emerso dalla relazione del presidente regionale Fausto Aitelli. Nell’analisi dei costi le voci di maggior incidenza sul totale generale sono state, nell’ordine, spese relative al GUG, restituzione e rimborsi vari, costo utilizzo impianti, compensi cronometristi e spese tecnici e sportivi (quest’ultima voce in calo del 16% rispetto all’anno precedente). Il bilancio 2018 è stato approvato all’unanimità. Dalla relazione sulle attività sono emersi alcuni dati rilevanti, come il numero delle Scuole Nuoto Federali, che nelle Marche sono attualmente 21, pari al 43% del totale. Ma anche il numero di società per abitanti, una ogni 31mila circa, dato poco superiore al numero di impianti per abitanti, uno ogni 29mila circa. Il dato complessivo degli atleti tesserati, in lieve calo rispetto al 2017 ma in crescita rispetto al 2016: 5635 di cui 2351 agonisti, 666 master e 2818 propaganda. Il Settore Istruzione Tecnica, nonostante la cronica difficoltà nel reperire candidati, ha organizzato due corsi di primo livello, con 44 iscritti, e un corso di istruttore di base con 16 iscritti. Complessivamente i tecnici delle Marche sono 926. Il comitato ha organizzato direttamente 84 sedute di gare di nuoto, ha gestito 535 incontri di pallanuoto e tre manifestazioni di nuoto sincronizzato propaganda, mentre per il nuoto di fondo ha organizzato direttamente due sedute di campionati regionali e due giornate di gare in mare, per il salvamento ha organizzato due prove di campionati regionali.

2019-06-04T12:06:46+00:00 4 giugno 19|News generiche|