Telefono: 0712907406|info@finmarche.it

Rescue Day: la Federnuoto in prima fila per la diffusione della cultura dell’acqua e della sicurezza

///Rescue Day: la Federnuoto in prima fila per la diffusione della cultura dell’acqua e della sicurezza

Rescue Day: la Federnuoto in prima fila per la diffusione della cultura dell’acqua e della sicurezza

Grande impegno di sensibilizzazione culturale per la Federazione Italiana Nuoto in concomitanza con la “giornata mondiale dell’acqua”, ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 e che si è celebrata il 22 marzo. Trecentosessantamila sono i morti per annegamento ogni anno su scala mondiale, ventottomila in Europa e quattrocento solo in Italia, un numero, quello della nostra nazione, che si è notevolmente ridotto dal secondo dopoguerra ad oggi, ma che ancora vede la scarsa capacità natatoria di una parte importante della popolazione come un rischio significativo sui nostri 8000 chilometri di coste. La sezione Salvamento della Federazione Italiana Nuoto, unico ente nazionale accreditato dalla Federazione Internazionale, da sempre impegnata nella divulgazione della cultura della sicurezza in acqua e nella formazione degli assistenti bagnanti per piscina, laghi, fiumi e mare, ha indetto per i giorni 22, 23 e 24 marzo il Rescue Day, un evento formativo su tutto il territorio nazionale valido anche come aggiornamento per gli assistenti bagnanti. Nelle Marche sono state allestite tre situazioni di incontro. Il primo ha avuto luogo a Urbino presso la Facoltà di Scienze motorie, a cura dei coordinatori Giuseppe Bovi, Daniele Andreani e Roberto Tonelli; nel capoluogo di regione il Rescue Day ha ospitato gli assistenti bagnanti presso il Coni Point di Ancona grazie all’organizzazione del coordinatore provinciale Alessandro Mingarelli con la collaborazione del coordinatore locale Lorenzo Baldassarri; per la provincia di Macerata l’incontro curato dal coordinatore regionale Mauro Antonini si è tenuto presso la sede del Coni e ha visto la partecipazione dell’assessore allo sport e alla protezione civile del capoluogo e del Consigliere nazionale della Fssi, Franco Pallocchini.

2019-03-25T17:02:31+00:00 25 marzo 19|News generiche|